Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da maggio 3, 2015

Black bloc: il disagio della civiltà

In un libro del 1929 intitolato "Il disagio della civiltà" S. Freud argomenta che l’aggressività, componente umana normale, è utile tanto più la struttura sociale  è primitiva mentre diviene dannosa o difficilmente incanalabile in società molto strutturate. Se avesse visto l’evoluzione di questo ulteriore secolo della società caratterizzato da un enorme incremento demografico con la necessità fisica di vivere in spazi sempre più ristretti, con organizzazioni sociali ed economiche sempre più complesse e articolate che schiacciano ogni individualismo sarebbe, presumibilmente,  ancora più determinato nella sua analisi. Gli istinti naturali dell’uomo, che possono mutare solo in milioni di anni di evoluzione, si devono confrontare con una società, cambiata in pochi decenni, provocando una inibizione del principio del piacere. Gli esseri umani si devono, necessariamente, conformare alla civiltà in cui vivono ma, di conseguenza, si sentono infelici. L’enorme massa dell’aggressività r…