In gabbia

In gabbia

giovedì 19 marzo 2015

Pàntaclo vive !



La stesura del mio libro "Pàntaclo" è finita da un pezzo e il libro è stato pubblicato già da tempo, ma purtroppo, come da me segnalato già nelle scorse settimane nella sinossi dell'eBook, la storia non è ancora finita. Il libro si sta auto alimentando da solo e io non posso aggiornarlo come se fosse su Wikipedia.
Perché dico questo. Perché ieri l'attentato di Tunisi ha riportato alla ribalta le mie tesi che gli ultimi attacchi effettuati dall'Isis abbiano un filo logico, non prevedibile, ma che ha un comune denominatore: i numeri. E' innegabile che la Setta che nella mia storia prepara l'Avvento dell'Anticristo, oggi si possa tranquillamente paragonare al movimento jihadista.
Dopo Parigi e Copenaghen, ecco Tunisi. Perché affermo che anche l'attentato di Tunisi si inquadra perfettamente nel disegno malefico? Semplice. Il giorno dell'attentato è il 18. 8-1 = 7. La data dell'attentato è il 18/03/2015. 18+3+8 (2015) = 29.  9-2 = 7.
Ora gli scettici non potranno accusarmi di andare a cercarmi appositamente gli eventi per cercare di trovare le combinazioni numeriche che fanno al caso mio. Gli eventi stanno accadendo, sono reali, sono cronaca dei nostri giorni, e il Male è più forte che mai che si chiami Setta del Pàntaclo (fantasia) o Isis (realtà).
Speriamo che il gesto coraggioso di Papa Francesco di indire una Anno Santo Straordinario durante un epoca di violenze e di diffusa anticristianità, abbia la forza di calamitare le forze del bene per sradicare una volta per sempre il maligno.        

Nessun commento:

Posta un commento